Cenerentola: storia di una fiaba

Come accade alle storie della tradizione orale e popolare, esistono moltissime versioni della fiaba di Cenerentola.
Le più conosciute in Occidente sono Cendrillon ou la petite pantoufle de verre di Charles Perrault, basata sulla trascrizione di un’antica fiaba di Giambattista Basile e Aschenputtel dei Fratelli Grimm.
In realtà  Cenerentola ha origini ben più antiche che ne fanno la fiaba in assoluto più popolare al mondo in tutte le epoche. Secondo l’opinione più accreditata la fiaba ha origine in Cina, dove il piede di piccole dimensioni è considerato simbolo di grazia, nobiltà e bellezza muliebre.
Esisterebbe anche una versione risalente all’ Egitto dei Faraoni. Si tratta de La fortunata Storia dell’etera Rodopi  citata dallo storico Erodono (484-425 A.C.) e dallo scrittore e filosofo di lingua greca Gladio Eliano (165-235) nella sua opera “Storia Varia”(Libro XIII). Con ogni probabilità Eliano non fece altro che riprendere una leggenda raccontata dal geografo greco Strabone (1° Secolo a.c.) a proposito della Piramide di Micerino dove sarebbe sepolta la cortigiana Rodopis, una schiava greca divenuta moglie del Faraone Amasis (V secolo A.C.). Secondo questa leggenda, un’aquila rubò a Rodopis, mentre era in viaggio per l’Egitto, un sandalo e lo fece successivamente cadere tra le pieghe del mantello del Faraone il quale conquistato dalle ridotte dimensioni e dalla grazia della calzatura, fece cercare la fanciulla a cui apparteneva. Trovatala, la sposò e alla sua morte fece costruire per lei la magnifica tomba.

...Rapid Gallery Loading...
Sei qui: Home Il Mito Storia di una fiaba